Vintage ski 292, doo 1972 TNT seat 292, ski 340 and 440 4aad05

presidio Diladdarno Slow Tifood, lampredotto e Fiorentina

Vintage ski 292, doo 1972 TNT seat 292, ski 340 and 440 4aad05

Vintage ski 292, doo 1972 TNT seat 292, ski 340 and 440 4aad05

Un passo alla volta

Note del venditore: New reproduction
Brand: Ski-Doo Country/Region of Manufacture: United States
Ieri è stata proprio una giornata di primavera bellissima. Con una giornata e un sole così, l'unica cosa che potevo fare è stato chiudere la finestra altrimenti  la TV non si vedeva bene. Guardare Brasile - Cile è stato un chiaro segno di debolezza in assenza di Fiorentina. La Rita non l’ha presa bene, sarebbe voluta andare a fare una bella girata da qualche parte, anche perché questa settimana me ne vado in Calabria tre giorni. Insomma, lei va in piscina, fa la spesa, pulisce, stira, taglia la legna, imbianca, chiude il buco nell'ozono mentre io fungo da copri divano. Per giustificarmi le ho detto che dovevo smaltire il jet lag. Non l’ha bevuta, ribattendo che l’ora legale non è poi così invalidante. Ma io senza melatonina la domenica della sosta non carburo. Poi ho esagerato, e in un crescendo rossiniano ho mangiato della mortadella tagliata a mano dentro a una schiacciata anch’essa tagliata a mano. Davanti al poster di Pepito Rossi. Ho bevuto una weiss ghiacciata in pieno bivacco esistenziale. Sicuro che tanto la Rita lo sa cosa preferisco, lei conosce bene i miei sentimenti, lo sa che se ogni sera, quando torno a casa, ti abbraccia, ti fa sentire bene e ti aiuta a dimenticare la giornataccia, allora è il divano giusto. Poi un po’ di prosciutto di Parma, quello vero, (No grande distribuzione) ha riportato il giusto equilibrio in famiglia, le frizioni da crisi di astinenza Viola si sono sciolte come il grasso in bocca, e così lei ha provato a suggerirmi una soluzione a tutto questo mio disagio. “Per scappare dalla dipendenza Viola non ci resta che andare a vivere in un'isola caraibica per festeggiare la domenica delle palme ogni giorno della settimana”. Anche se non è molto religiosa l’idea delle palme l’ha redenta. Voglio precisare che non è una donna che scappa, questa sarebbe solo una scelta per alleviare le mie inquietudini, figurarsi se molla, sul frigorifero ha attaccato un post-it per ricordarsi in qualsiasi momento quelle che sono le grandi sfide dell'uomo: salvare il pianeta, andare su Marte, togliermi il pigiama la domenica della sosta. Con l'arrivo del lunedì dopo-Nazionale tutto riprende vita, con la partita della Viola all’orizzonte tutto riacquista un senso, ci riappaiono nuovamente nitidi anche i punti cardinali della passione. Pur se lentamente tutto riprende vita, mi si dirà che sono un uomo prudente ma è solo la velocità di crociera. Brennero, Sempione, Gran San Bernardo, Fréjus, faccio sempre un passo alla volta.

.


mercoledì 25 marzo 2015

Padoin e Padout

Le persone vanno e vengono, qualcuno le fermi. E’ il pensiero di Padoin riferito a Salah, che riporto per sottolineare come anche un difensore della Juve può avere pensieri profondi. Forse più incubi che pensieri, ma che esprime un disagio sociale pur essendo un giocatore di un sociale importante. E’ la prova che la Juve è come i soldi, non fa la felicità di Padoin, che sicuramente guadagna tanti soldi. E a proposito di prove, le tette sono invece la prova che gli uomini come Padoin possono prestare attenzione a due cose contemporaneamente. Mentre però Salah s’invola verso la porta. In una recente intervista a “Hurrà Juventus” il difensore ha dichiarato che “Il dovere mi chiama ad una marcatura più stretta sull’egiziano, ma quando ho giocato contro la Fiorentina all’andata, il giorno prima ero stato al cinema e mi ero dimenticato di aver messo il silenzioso”. Questa è la storia di un giocatore rimasto scioccato da un’esperienza che lo ha segnato più ancora di Vidal, anche se il cileno è stato segnato più che altro dai tatuaggi. In questa sosta di campionato stanno cercando di rincuorarlo in vista della semifinale di ritorno, ma lui dopo l’esperienza di marcatura più dolorosa della sua carriera ha tre 3 cose che sono diventate troppo infinite: il campo quando Salah scatta, il campo, mentre una volta era l’universo, la velocità dell’egiziano mentre una volta era la stupidità umana, e lo stomaco quando mangia pistacchi. Oggi infatti mangia pistacchi su pistacchi per dimenticare, sfruttando il fatto che sono analcolici. Poi è passato alle cose che non si possono misurare: la capacità' di Mohamed di mantenere il pallone attaccato al piede, mentre prima c’era solo l’immensità del cielo, l'amore per l’anticipo perché prevenire è meglio che curare, quando prima di quella partita, immenso era solo l’amore di una madre, mentre l'impopolarità di D'Alema non ha subito variazioni. Nell’armadietto dello spogliatoio Padoin ha attaccato un poster di Salah con la lingua di fuori, lo usa per esorcizzare le sue paure, e gli si rivolge in una sorta di pensiero liberatorio “Di te mi piace che compari d'improvviso, rimescolando tutte le marcature. Di te odio che sparisci d'improvviso con la palla incollata al piede, lasciando a me tutto il disordine mentale”.
Nuovo Roberto Cavalli Tortoise Ladies Italian Designer Sunglasses RC518S-52F,E00696 MISSION CASCO SCI SMITH (SCA46N06)Volcom td2 PNT Blood rosso L,NITRO Inno Tls Snowboard Stivali 2019,KJUS Speed Reader Half Zip Uomo Mid Layer Brand Nuovo Size 50/M,Smith Squad Uomo Snow Occhiali,SHrosso SMARTEFY W BONUS LENS GOGGLE FRACTURE,ATOMIC Vantage Girl Junior Sci + Rilegatura NL7 - 140cm,Dragon NFX2 Flaunt Lumalens rosa Ion + Lumalens Dark Smoke Snow Goggle NIB 2018,Scott SCI Interno Scarpa inner liner PWR Lite High,DAINESE Giacca da sci verso il basso da uomo taglia small,Casco sci Poc Skull Orbic X certificato FIS Stagione 2017,Salomon Ghost FS 80 Scarponi da Sci,Burton Day Hiker 31L, Zaino Sportivo Unisex-Adulto, Shade Heather, 31 l (y7z)Scott giacca sci ULTIMATE dryo 10,BILLABONG Bombie Giacca WMN TAN * NUOVO *,POLARIS SNOWMOBILE TRAILING ARM, 2201470,One-Piece Snow suit,ski/snowboard suit, snowmobile suit,Sportcaster InsWINDPROOFNITRO PANTALONI WOODLANDS PANTS INK DOBBY,RACE TIGER SPEEDWALL GS R 187cm 27m (2012),DARE2B Aligned Uomo Giacca da Sci Codice Rosso/Nero MISURE M - 3XL,Volcom ventral Pant HEATHER grigio XS,Uomo Bergans Of Norway Giacca 1120 Stranda II Sci Snowboard Impermeabile M,LIB Tech T-RISO Oro membro FP C2x nessuna 155Nordica Dobermann GS World Cup 177 cm Ski + Atomic Centro 310 Bindings(TG. S) Burton Dugout, Giacca da Snowboard Bambino, Squashed/Resin, S - NUOVOUomo Assorted BOA Snowboard Stivali - One Pair - Size 11.5 - USEDHowl Guanti da Snowboard - Sexton Guantone - Marrone Nero 10k/5k Hipora pelle -,NORDICA DOBERMANN SPITFIRE 160cm R13.5m + attacchi nordicaUomo Halti Giacca Grado VII Drymaxx Sci Snowboard Impermeabile M XIJ213,


lunedì 23 marzo 2015

Non sempre vincere aiuta

Mi sono divertito soprattutto nel secondo tempo, mentre nel primo la squadra era troppo lenta. Alla fine il pareggio è il risultato più giusto malgrado le squadre le abbiano provate tutte per vincere. C’è stato qualche errore, ma non eravamo freschissimi come invece l’insalata che compro dal contadino, e poi qualcuna possiamo anche pareggiarla in trasferta. Come è possibile trovare delle lumachine nell’insalata. Gomez gioca e parla da campione quando dice che queste sono partite da vincere, ma l’Udinese è squadra tosta, che sta bene, feroce su tutti i palloni, velocissima nelle ripartenze, con le quali dopo il pareggio sfiora ripetutamente il vantaggio. Anche se è la Fiorentina a fare la partita. Dopo il periodo esaltante di partite dalle grandi emozioni, un pareggio in un campo dove soffriamo sempre non lo trovo uno scandalo. Perdiamo terreno da Roma, Lazio e Samp, ma tra poco il calendario andrà in discesa. Intanto recuperiamo le forze e gli infortunati. Per vedere il bicchiere mezzo pieno diciamo che abbiamo allontanato le seste. Anzi lo dice Montella, e poi onore a Lazio e Samp che vanno più forte di noi in campionato. Lo so che vincevamo e che oggi sarebbe stata un’altra classifica, ma sono buoni anche quegli amari dai nomi strani, quando ci sono rimasti solo quelli. E’ vero che potevamo scavalcare il Napoli in classifica dopo il micidiale uno-due di pura efficienza tedesca, ma l’Udinese reagisce e merita abbondantemente il pareggio. Anche se rimane il rammarico perché il pareggio è un nostro regalo. Poi nessuna squadra si risparmia e cerca di vincere. E’ stata una bella partita in mezzo a un cantiere, Tomovic, Kurtic, Ilicic e Gomez, sono le forze fresche scelte per cercare di arginare l’emorragia di partite. Rimane una puntina di disappunto nel non aver potuto vedere cosa sarebbe successo con Salah per novanta minuti. Nel primo tempo la squadra sbaglia molto in fase d’impostazione, si ammala dello stesso sterile possesso palla dei momenti meno esaltanti, e l’Udinese segna e spreca almeno un paio di ripartenze importanti. Poi nel secondo tempo sale in cattedra la coppia Ilicic- Gomez che confeziona il sorpasso. Non basterà perché l’Udinese con grande carattere e merito pareggerà e confezionerà ancora le migliori occasioni. Ci penserà ancora Neto a salvarci dalla sconfitta. Ci dobbiamo accontentare di un punto anche se si allontana il terzo posto. Non sempre però la vittoria è tutto, o meglio non sempre la vittoria è il rimedio a tutti i mali. Spesso un toccasana, ma ricordo che una volta non bastò nemmeno quella. Lei era una canadese dagli occhi verdi come gli spinaci, le confidai di aver vinto la versione italiana di Masterchef, ma non volle ingoiare lo stesso.




Informazioni personali

La mia foto
Scrivo di Fiorentina in maniera informale tra colature di colore e alici. Dripping e drappi viola. Si capisce poco perché ne parlo con la bocca piena di lampredotto. Olio nuovo su tela, sfumature d’Oltrarno sullo sfondo, lesso rifatto con le cipolle nel piatto. Il Ponte alla Carraia come cordone ombelicale.
Powered by Blogger.